LET’S PLAY THEATRE

Posted on Lug 20, 2014


Let's Play Theatre

GROTTA ROSSA è felice di ospitare “Let’s play theatre”,
una serata di spettacoli di prosa e musica che si svolgerà negli spazi del centro.
Venite e lasciatevi catturare dalle storie che verranno raccontate.

 

LASCIA STARE di e con Chiara Spolettini
Chiara Spoletini, classe 1986, attrice e scrittrice.

Emiliana è una ragazza napoletana di 25 anni.
Il 21 novembre 2010 è stata uccisa dal fidanzato che un anno prima l’aveva già aggredita. Ora Emiliana è morta e tenta di dissuadere sua madre dall’andare per l’ennesima volta a cercare giustizia da Barbara D’Urso, negli studi televisivi di Pomeriggio 5, la mamma però non la ascolta e va!
Emiliana, sola nella sua edicola in un vicoletto di Napoli, presenta i santi che le fanno compagnia e tenta di sopravvivere alla morte che le è stata imposta ripercorrendo la tragica vicenda che l’ha vista protagonista.
Durata: 10 minuti

 

834 di Francesco Rizzo interpretato da Sandro Calabrese
Sandro Calabrese, attore, doppiatore e regista, laureato in D.A.M.S.

834 è un breve monologo sul tempo, sulle parole e sull’importanza che tutto questo ha nella nostra vita. Noi molte volte non ci accorgiamo di come usiamo le nostre parole e la nostra vita. Spesso ci sembra un’interminabile successione di momenti uguali e insensati, ma forse tutto sta nell’utilizzare meglio tutto ciò che abbiamo, a partire dalle nostre parole e da tutto quello che da queste può scaturire.
Durata: 10 minuti

 

LOVE SOS di e con Carolina Cametti.
Carolina Cametti inizia la sua formazione attoriale a Roma e la prosegue diplomandosi al Piccolo Teatro di Milano, parallelamente consegue la laurea specialistica al DAMS.

Love SOS: una promessa, un giudizio, una confidenza, una confessione. Sopportazione, perdono, abbandono, assenza. Un ricordo, una lacrima. La violenza psicologica, verbale, fisica. Corpi sfigurati, percossi, lividi. Menti impaurite. Anime svuotate, messe a nudo, umiliate. Fino alla fine. Fino a spegnersi sotto un’ombra opprimente. Perché? Perché? Perché? Una luce fredda, una luce bianca, un rosso carminio riflesso su corpi esanimi. Voci, suoni, parole, sorrisi per nutrire un futuro, un domani migliore. Cosa leggete nei miei occhi?Cosa leggete sul mio corpo?Io sono lo spettro che guarda. Dov’è il futuro? Ci sarà un domani? Perché ? Perché? Perché?Risuonano come campanelli nelle orecchie. E intanto tutto tace. La determinazione per un amore nero, per un nido da tenersi stretto, IO NON MOLLO rimbomba dentro le mura di casa. IO NON MOLLO rimbomba dentro una culla. IO NON MOLLO rimbomba tra una cucina ed un letto, tra una bottiglia ed una sigaretta, tra una porta ed una macchina in corsa… e domani, dopodomani, ancora una volta, ancora, di nuovo, domani, ancora, di nuovo, ancora, fra un mese, un anno, ancora, due, tre, quattro dieci anni… e forse un giorno…
Durata: 20 minuti

 

KOKORIKO di e con MARTIN CHISHIMBA
Martin Chishimba, attore, doppiatore, cantautore. diplomato alla scuola del piccolo teatro di Milano.

Kokoriko è la storia di un ragazzo africano che decide di partire per l’Italia: vuole andare a Milano, a fare l’attore. No, non è una storia comica. E’ una vicenda complessa, capace di toccare le più alte corde emotive dello spettatore. Quando qualcuno decide di lasciare il villaggio, in Africa la famiglia intera si riunisce per decidere se sia giusto. Kokoriko è la storia di una famiglia allargata, fatta non di zii di settimo grado e procugini, ma di assistenti sociali, case famiglia, genitori affidatari, madre pellegrina e padre ignoto. No, non è una storia tragica. E’ la miscela della comicità africana che incontra l’ironia europea, per raccontare con prepotente naturalezza di una partenza all’inseguimento di un sogno.
Durata:55 minuti

 

Concerto JUDAS
Durata: 30 minuti

 

INGRESSO 10 EURO

 

Vai all’evento Facebook: LET’S PLAY THEATRE